Come dare l’acqua alle piante quando vai in vacanza?

L’estate ormai è iniziata e le vacanze si avvicinano, agognate e sempre ancora troppo lontane. Ma, più si avvicina il meraviglioso momento in cui finalmente potrai staccare la spina, più un brivido ti percorre la schiena: come potrai prenderti cura delle tue piante mentre sei in vacanza?

Se vuoi partire senza sensi di colpa e senza rischiare di ritrovare le piante agonizzanti al tuo rientro, ecco una serie di consigli e trucchi per garantire a tutte le piante le giuste cure mentre sei via.

Come innaffiare le piante mentre sei in vacanza?

Usa delle bottiglie e della stoffa

Basta una bottiglia d’acqua e un paio di strisce di stoffa per creare un piccolo sistema di irrigazione: con la stoffa nell’acqua da una parte e nel vaso dall’altra, la pianta avrà il giusto apporto d’acqua per non disidratarsi. Per le piante più grandi puoi usare una bacinella e più strisce di stoffa.

Riempite la bottiglia o la bacinella e bagnate le strisce di stoffa. Posizionate la fonte d’acqua in una posizione più alta rispetto alla pianta e fate in modo che le strisce partono dal fondo dell’acqua e interrate l’altro capo nel vaso. Lentamente la pianta assorbira l’acqua dalla striscia di cotone.

Metti le piante nella vasca da bagno

Se hai piante grandi e una vasca da bagno, riempila per 8-10cm e assicurati che non perda acqua dal tappo. Posiziona le tue piante nella vasca senza sottovaso. Le piante assorbiranno l’acqua dai buchi presenti sul fondo del vaso.

Usa delle bottiglie d’acqua

Procurati delle bottiglie, possibilmente di plastica, riempile d’acqua e fora il tappo. Chiudile e mettile a testa in giù nel vaso della pianta per far gocciolare lentamente l’uscita dell’acqua. Il consiglio è quello di smuovere un po’ la terra prima di piazzare la bottiglia per evitare che i fori si tappino con della terra troppo dura e compatta. 

Usa il gel

Esistono in commercio dei gel di acqua complessata che messi sulla superficie del substrato, se bagnati, assorbono l’acqua come delle spugne e lentamente la rilasciano nel terreno mantenendolo umido fino a 30 giorni.

Ma l’acqua può non bastare, dunque ecco qualche altro consiglio per garantire alle tue piante di sopravvivere e mantenersi in salute anche mentre non ci sei.

Consigli e trucchi per curare le piante quando sei in vacanza

Posiziona le piante vicine tra di loro per assicurargli una maggiore umidità ed evitare un’eccessiva traspirazione

Avvicina tutte le piante le une alle altre in modo che aumentino naturalmente l’umidità dell’ambiente, avvantaggiandosi a vicenda. Il consiglio è di posizionarle in un luogo fresco e luminoso ed evitare di esporle direttamente al sole che potrebbe bruciarle. 

Prepara dei Recipienti pieni d’acqua

Se li posizionati vicino le piante, i recipienti pieni d’acqua contribuiranno a mantenere l’ambiente umido. 

Riempite i sottovasi d’argilla espansa e ciottoli e poi riempitelo d’acqua. La pianta assorbirà l’acqua poco alla volta

Lascia le finestre aperte 

Sistemate le piante in un luogo arieggiato, lasciate le finestre e le porte interne alla vostra casa aperte per garantire un buon ricircolo d’aria. 

Ora che le tue piante sono sistemate, puoi partire col cuore più leggero e goderti la tua vacanza.

 

Pensi di avere a che fare con una pianta molto delicata e non vuoi rischiare che soffra mentre sei via?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *